indagini

Le indagini diagnostiche

La diagnostica delle costruzioni è una disciplina che attraverso l’applicazione di differenti tecniche di indagine si pone l’obiettivo di raccogliere le informazioni utili all’individuazione delle cause dei fenomeni patologici di cui gli immobili sono affetti. Questo processo viene compiuto, secondo i casi, sia con un’attenta analisi visiva che utilizzando controlli non distruttivi o minimamente invasivi, quando necessario.

Le competenze di questo settore riguardano il campo della tecnologia dei materiali, la scienza e la tecnica delle costruzioni, la fisica degli edifici, le tecniche analitiche e di misura, i metodi di simulazione e di elaborazione dei dati. Pur servendosi di metodi rigorosi e scientificamente sperimentati, la diagnostica degli edifici richiede necessariamente l’intervento di tecnici specializzati che possano sintetizzare le informazioni ottenute al termine dell’analisi per emettere un giudizio professionale.

 

CIDIMM EFFETTUA LE SEGUENTI INDAGINI DIAGNOSTICHE:

Diagnostiche sui differenti fenomeni di umidità negli edifici: diagnosticare correttamente l’umidità negli edifici, mediante strumentazione non invasiva, è fondamentale per una corretta risoluzione della problematica, evitando interventi non necessari e non risolutivi.

Tenuta impermeabile con ricerca di punti di infiltrazione (prove allagamento con liquido fluorescente): attraverso l’uso di coloranti fluorescenti non pigmentati è possibile verificare la corretta tenuta dell’impermeabilizzazione e circoscrivere l’area di intervento.

Tenuta impermeabile con ricerca di punti di infiltrazione (prove con metodo Tracer-Gas): ricerca localizzata de i punti di rottura della guaina, evitando interventi inutili o eccessivamente estesi.

Termografia passiva/attiva: la rilevazione delle temperature dei corpi analizzati attraverso la misurazione dell’intensità di radiazione infrarossa emessa dal corpo in esame è di straordinaria utilità per capire quanto sia dissipativo l’involucro dell’edificio o individuare criticità nell’elemento edilizio analizzato.

Blower door: la corretta prestazione in termini di tenuta all’infiltrazione di aria e vento è necessaria sia a fini diagnostici che ai fini della certificazione energetica degli edifici.

Datalogger per la registrazione di dati termo-igrometrici: rilevamenti costanti e continui dei parametri interni di temperatura e umidità relativa dell’aria sono necessari per valutare la conduzione e la salubrità degli ambienti abitati.

Prove di laboratorio sui materiali: necessarie per avere dati scientifici sulle caratteristiche fisiche e chimiche dei materiali analizzati.

Endoscopie: con l’inserimento e l’avanzamento di una sonda di diametro contenuto dotata un gruppo ottico con sorgente luminosa collegato direttamente ad un monitor, si è in grado di verificare e documentare la visione interna degli elementi indagati.

Georadar: trasmettendo onde elettromagnetiche nel terreno, e attraverso l’analisi delle riflessioni rilevate, è possibile ottenere una “sezione” del terreno indagato.

Prove soniche: valutano l’omogeneità del materiale, evidenziando la presenza di vuoti, difetti o lesioni.

Monitoraggi strutturali di quadri fessurativi: monitorare e analizzare i quadri fessurativi è necessario per stabilire le cause e la gravità delle fessurazioni presenti in un fabbricato.

Prove di carico: necessaria per identificare la corrispondenza tra il comportamento teorico e quello reale delle strutture.

Sclerometriche: misurare la durezza del calcestruzzo è necessaria per una corretta analisi delle strutture.

Pull-off test di adesione: la misura della resistenza di un rivestimento è fondamentale per accertarne la corretta e sicura coesione al substrato strutturale.

Radioattività naturale (radon): elevate concentrazioni di radon all’interno degli ambienti abitativi comportano un grave rischio per la salute.

Ispezioni aeree con drone: l’uso di un aeromobile a pilotaggio remoto, dotato di fotocamera/termocamera, permette l’ispezione in quota di aree altrimenti non raggiungibili.

Prove fumogeni: attraverso l’usi di fumogeni è possibile verificare, mappare e localizzare perdite presenti nei condotti idrici o di impianti.

Video ispezioni: l’inserimento e l’avanzamento di una sonda ottica collegata ad un monitor permette di controllare e verificare dall’interno lo stato degli elementi indagati.

Carbontest: test di controllo dello stato di carbonatazione del calcestruzzo, la cui prevenzione è l’unica azione possibile per evitare il degrado di una struttura in cemento armato.

Verifiche Acustiche: il rispetto dei requisiti acustici degli edifici (secondo il DPCM 5-12-1997) è fondamentale per garantire il comfort abitativo interno.